SEO per Hotel [Guida Definitiva] per scalare la Prima Pagina

[kkstarratings]

Se stai cercando una guida SEO per Hotel per ottimizzare il tuo sito e posizionarlo in Prima Pagina su Google, sei nel posto giusto!

SEO per HotelCosa troverai in questo articolo:

Ti fornirò una super checklist che ti darà tutte le indicazioni utili a posizionare il sito del tuo Albergo, Hotel, o di qualsiasi altra struttura ricettiva, in cima ai risultati dei Motori di Ricerca.

Si tratta di una guida intermedia, per tanto se non riuscirai a comprendere alcune cose non preoccuparti, assicurati magari di girare le informazioni al tuo webmaster o tecnico di fiducia.

Ti garantisco comunque che limiterò al minimo i tecnicismi in modo da fornirti almeno una guida di semplice lettura.

Ti anticipo che è una guida abbastanza lunga, ti ci vorranno almeno 20/25 minuti per leggerla 😅 quindi se non hai il tempo di leggerla tutta in questo momento, aggiungi questa pagina ai tuoi preferiti o scarica il file PDF dell’articolo per leggerla in un secondo momento con più calma.

Per visionare e scaricare la guida in PDF clicca sul seguente link: Guida-pdf-SEO-per-Hotel

Perché hai bisogno di una strategia SEO per Hotel?

In Italia si stima che oltre il *35% di traffico nel settore turistico derivi dalla Ricerca Organica.

Appare chiaro quindi che implementare una corretta strategia SEO, sia di fondamentale importanza per ottimizzare il posizionamento del proprio sito nei risultati dei Motori di Ricerca e per intercettare un numero maggiore di potenziali utenti interessati.

La SEO è solo una delle tante strategie di Web Marketing, in questo caso applicata agli Hotel, ma indubbiamente è una delle poche tecniche che può portare risultati duraturi a lungo termine.

Migliorare il proprio posizionamento organico tramite la SEO, porterebbe un altro importantissimo beneficio:
Ovvero: Poter risparmiare sugli altri importanti investimenti pubblicitari come PPC su Google e Facebook e percentuali dovute ai siti comparatori, come Booking, Hotels, TripAdvisor etc.

* Fonte: SimilarWeb.

Bene, ora che hai compreso quanto possa essere importante implementare e seguire una corretta strategia SEO per Hotel, partiamo con la guida vera e propria:

INDICE GUIDA:

Migliora la User Experience;

Cura nei minimi dettagli la versione Mobile;

Migliora la velocità e le prestazioni del sito;

Implementa i dati strutturati;

Ottimizza il sito e le pagine interne;

Effettua una corretta ricerca delle Parole chiave;

Tieni d’occhio i tuoi Competitor;

Intercetta argomenti correlati;

Utilizza il Blog per intercettare traffico;

Ottieni traffico dai Social Media;

Sfrutta al massimo la scheda Google My Business;

Ottieni link a tema al tuo sito con la link building;

Migliora la User Experience

migliora la user experience

L’esperienza dell’utente su qualunque sito, ma soprattutto sui siti di strutture ricettive, deve essere impeccabile. Per fare un esempio banale, nell’epoca della velocità e della fretta di avere risposte immediate, anche la mancanza del semplice numero di telefono cliccabile da smartphone, potrebbe tramutarsi in un cliente perso!

Se sei in procinto di progettare il nuovo sito del tuo Hotel (o di una qualsiasi altra struttura ricettiva) o stai pensando ad un restyling della grafica, cerca di progettare o di farti progettare, un sito semplicissimo da consultare e utilizzare, a favore sempre di una bella veste grafica.

Quando parliamo di viaggi e turismo, le emozioni la fanno da padrone e la user experience deve essere la migliore in assoluto per i tuoi utenti. Pertanto occorre avere un ottimo gusto nella scelta della grafica e delle immagini che utilizzerai nelle tue pagine.

Una grafica pacchiana e delle immagini sgranate e non ottimizzate, possono indurre gli utenti ad abbandonare il sito prima di leggere qualsiasi altro contenuto. Ricorda che le immagini presenti sul tuo sito, riflettono l’immagine che un utente si fa della tua struttura. Quindi immagini sgranate, troppo piccole, poco luminose, potrebbero creare un immagine sbagliata nella mente dei tuoi utenti.

Tramite Google o Linkedin, puoi trovare bravissimi fotografi e grafici a cui affidare la realizzazione della galleria fotografica, della tua struttura e il restyling del sito del tuo Hotel.

Ovviamente, quando parliamo di restyling che va a modificare anche la struttura, occorre affidarsi ad un professionista preparato, che sappia affrontare ed apportare le giuste modifiche anche lato SEO.

Se dovesse cambiare la struttura o percorsi delle pagine, senza implementare alcuni accorgimenti lato SEO si rischierebbe di perdere il posizionamento raggiunto!

reindirizzare

Quindi, prima di affidare il lavoro a qualunque Grafico Freelance o agenzia, assicurati che siano preparati ad affrontare eventuali situazioni simili.

Quando pensi alla struttura, cerca di progettarlo al meglio (insieme al programmatore o alla tua agenzia di fiducia) affinché risulti bello non solo per gli utenti, ma anche per i motori di ricerca.

Per quanto riguarda la semplicità d’utilizzo di cui ti parlavo prima, ecco alcuni consigli:

  • Cerca di rendere quanto più semplice possibile la fase di prenotazione e di contatto.
    Includi sempre il pulsante per la prenotazione nel menu di navigazione e possibilmente includi in ogni step, informazioni ben visibili e chiare.
  • Rendi semplice la navigazione fra le varie pagine;
  • Utilizza formati corretti per le immagini, in modo da agevolare la consultazione sia da Pc che da smartphone.
  • Evita di utilizzare 50 font diversi solo perché a te piacciono, 😉 creano solo molta confusione.
  • Nella pagina dei contatti, verifica che sia presente la mappa con la posizione della struttura affinché possa essere utilizzata per con i vari navigatori GPS.
  • Infine verifica che i numeri di telefono e gli indirizzi email risultino cliccabili da cellulare.

Ovviamente sono solo alcuni consigli per migliorare l’esperienza dell’utente, perché per evidenziare tutti i punti, servirebbe un’analisi dedicata.

Certe cose potranno sembrarti scontate, ma non immagini nemmeno quanti siti di Hotel e Alberghi non rispettino nemmeno la metà delle voci riportate.

Cura nei minimi dettagli la versione Mobile

Ottimizza la versione Mobile

Anche se sembra scontato ancora oggi non tutti i siti hanno una versione perfettamente ottimizzata per i dispositivi Mobile.

Dopo il recente aggiornamento all’algoritmo di Google chiamato mobile-first, avere una versione responsive del proprio sito è uno degli elementi più importanti in assoluto, non solo per Google, ma soprattutto per gli utenti.

Con tale aggiornamento, Google ha praticamente annunciato che durante la composizione dei risultati di Ricerca, darà priorità a tutti i siti che offrono una perfetta versione Mobile.

Questo aggiornamento appare scontato, considerando che da diverso tempo ormai, oltre il 70% di tutte le ricerche avviene dagli Smartphone.

Pertanto se ancora non hai una versione mobile ottimizzata alla perfezione, attrezzati immediatamente!

Altrimenti nessuna strategia o consulente SEO per Hotel potrà salvarti!

Attenzione, per avere una versione mobile perfettamente ottimizzata, non basta avere un tema responsive (ovvero che si adatta alle varie risoluzioni dei dispositivi) ma deve rispettare una serie di caratteristiche di user experience.

Ti rimando ad un articolo anche se datato, molto completo che ti farà capire meglio la questione dei siti responsive. (Ovviamente leggilo dopo aver terminato questa guida 😉)

Puoi verificare se il tuo sito offre una versione mobile soddisfacente utilizza questo strumento offerto da Google https://search.google.com/test/mobile-friendly

Incolla l’URL del tuo sito, clicca su esegui il test ed attenti il risultato, lo strumento ti fornirà una serie di informazioni molto utili che potrai passare al tuo webmaster per le ottimizzazioni del caso.

Migliora la velocità e le prestazioni del sito

Migliora la velocità del sito

La velocità con cui si carica un sito e le varie pagine interne è un fattore di posizionamento.

Secondo le ultime statistiche, oltre il 70%  degli utenti (53% da mobile) abbandona un sito che impiega più di 3 secondi a caricarsi.

Percentuale di abbandono siti lenti

tasso di conversione per i siti lenti

Se vuoi approfondire questo argomento ti consigli di leggere questo interessante articolo a riguardo.

Comprenderai da solo che avere un sito che carica velocemente sia da Desktop che da Mobile sia una priorità che non puoi più rimandare.

Per testare la velocità del tuo sito puoi usare questi 2 strumenti gratuiti:
Google pagespeed insight

GTMetrix

Questo un esempio di un test che ho fatto tempo fa sul mio sito:

gtmetrix

Dopo aver analizzato il tuo sito, entrambe gli strumenti ti forniranno una serie di indicazioni utili per andare a migliorare le prestazioni.

Generalmente la lentezza nel caricamento di un sito dipende da diversi fattori, tra cui:

Dimensioni e peso delle immagini (assicurati di avere immagini che non pesino oltre 80kb)

Tempo impiegato a caricare tutti i vari fogli di stile e Javascript; (esistono vari plugin per WordPress per minimizzare e compattare tali fogli come Autoptimize, W3 Total cache etc..)

Dalla presenza di cache;
Assicurati che il tuo sito del tuo Hotel, abbia un sistema di cache attivo per memorizzare alcune risorse statiche (come immagini, pagine e altre risorse) questo velocizzerà la visualizzazione delle pagine.

I plugin consigliati prima sono ottimi anche a questo scopo.

Dal tempo di risposta del Server.

server lento

Non risparmiare optando per un hosting condiviso, investi in un server dedicato o semi dedicato che offra maggiori risorse e quindi maggior velocità al tuo sito.

Dopo aver ottimizzato tutte queste voci, ripeti il test della velocità, dovresti notare un netto miglioramento dei punteggi e delle prestazioni!

Infine per velocizzare al massimo il caricamento delle tue pagine ti consiglio di utilizzare  una CDN, ( Content Delivery Network) ovvero una rete di distribuzione, che memorizza nella cache i contenuti di un sito in diversi datacenter in tutto il mondo e li restituisce ai visitatori 10 volte più velocemente.

Come inizio potresti provare la versione gratuita di Cloudflare che per siti di piccole dimensioni, va più che bene!

Come sempre, passa queste informazioni al tuo webmaster ed assicurati che implementi tutti i miglioramenti necessari al fine di velocizzare le prestazioni del tuo sito.

Implementa i dati strutturati

Implementa i dati strutturati

I dati strutturati sono pezzi di codice da inserire nel sorgente del proprio sito.

Questi frammenti di codice, consentono un dialogo più semplice tra il nostro sito e i motori di ricerca, che grazie ad essi, riusciranno a comprendere in maniera molto più efficace, le informazioni contenute.

Ogni sito web di qualunque attività, dovrebbe implementare i dati strutturati per comunicare ai motori di ricerca una serie di importanti informazioni come:

  • Autore
  • Prodotto
  • Evento
  • Organizzazione
  • Sito web
  • Video
  • Briciole di pane
  • Star Review
  • Giudizi
  • Posizione

Questi indicati, sono solo alcuni dei dati strutturati implementabili sul proprio sito, puoi trovare lo schema completo dei vari dati implementabili su schema.org

La corretta implementazione dei dati strutturati, permetterà:

Di ottenere i Rich Snippet, ovvero una serie di informazioni aggiuntive presente nei risultati di ricerca, (che andranno a migliorare la percentuale di click sul proprio sito) come numero recensioni, video, località, immagini in primo piano della struttura etc…

esempio rich snippet hotel

Di ottenere il Knowledge Graph, ovvero una scheda informativa contenente le informazioni più importanti, posizionata sul lato destro dei risultati di ricerca, che Google mostrerà in seguito alle ricerche fatte con il nome della nostra struttura.

Hotel Knowledge Graph

Per la loro implementazione esistono diverse soluzioni, ovvero, affidarsi ad un esperto SEO o implementarli in autonomia (se usi WordPress) con i vari plugin che wordpress mette a disposizione, come:

Tutto in uno shema

Plugin Markup JSON

Plugin schema

Plugin Wp SEO strutturato

Ottimizza il sito e le pagine interne (Ottimizzazione Onsite)

Per questo argomento non basterebbe un solo articolo, ma servirebbe una vera e propria consulenza, quindi cercherò di trattare solo gli elementi che reputo più importanti.

Per ottimizzazione del sito si intendono diverse operazioni sulla struttura, sulla velocità, sui contenuti etc, per avere una buona base concentrati su questi punti:

Slider e contenuti di disturbo

Nella Homepage e le varie pagine interne, evita se possibile gli Slider con immagini e video, iframe e contenuti Flash che per quanto belli, possono creare problemi di lettura del contenuto ai vari spider dei motori di ricerca.

Immagino che potrà sembrarti come un’imprecazione il fatto di eliminare lo slider, ma ti posso assicurare che ci sono altre soluzioni più vantaggiose per mettere una foto o una serie di belle foto accompagnate da un testo leggibile.

Menù

Utilizza un menu semplice da consultare e con una corretta struttura. Per struttura corretta intendo con le voci, categorie e sotto categorie che rispettino una gerarchia.

Guarda il menu principale del sito di questo Hotel è composto da  HOME – BOOK NOW – ITA – ENG stop!
Ecco lo screen:

esempio menu hotel

E le altre pagine?

Nel sito preso in esame, i collegamenti a Camere, servizi, tariffe, etc, sono seminati nella home page. Posso assicurarti, che a livello di user experience e leggibilità non è il massimo!

Struttura delle URL

Cerca di utilizzare URL (nomi delle pagine) corte, Google lo preferisce.

Come dimostra questa screen Google preferisce accorciare le URL nei suoi risultati di ricerca:

screen url ricerca

ad esempio l’URL mostrato da Google del secondo risultato appare cosi:
https://www.trivago.it › Hotel Bologna mentre in realtà l’indirizzo ufficiale è il seguente: https://www.trivago.it/bologna-45358/centro-congressifiera/bolognafiere-2834246

Per farti un esempio concreto, è meglio:
https://nomehotel.it/servizi/tour-guidato/ piuttosto che:
https://nomehotel.it/servizi/tour/servizi-di-tour-guidato-in-citta
a meno che non stai andando ad ottimizzare appositamente la pagina per una particolare Keyword a coda lunga.

Per quanto riguarda categorie e sottocategorie, se queste ultime sono presenti non è necessario inserirle nelle URL, utilizzale solo come etichette utili alla navigazione dell’utente.

Ovviamente sto parlando di accorgimenti da utilizzare nella struttura di un nuovo sito. Non cambiare le URL della struttura se hai già il sito online, se proprio lo vuoi fare, ricorda di far implementare necessariamente dei redirect 301, per non perdere il posizionamento e il traffico raggiunto da quelle pagine.

* I redirect 301 sono istruzioni che servono a comunicare agli spider il cambiamento del percorso delle pagine.

Se Google preferisce URL corte, assecondiamolo quando possibile!

Immagini

Cerca di utilizzare immagini belle ma leggere. Immagini molto pesanti influenzano negativamente sulle prestazioni del sito rallentandone il caricamento. Un buon metodo è quello di comprimerle per ridurne il peso attraverso software o tools online gratuiti.

Io stesso ad esempio, utilizzo questo sito gratuito: https://tinypng.com/ per alleggerire le immagini prima di caricarle sul sito. Come riferimento cerca di utilizzare foto del peso massimo di 80kb.

Prima di caricarle assicurati di rinominare ogni foto con dei nomi appropriati e di compilare correttamente l’attributo titolo e Alt.

Le foto delle camere ad esempio, andrebbero nominate in questo modo: suite-imperiale-nome-hotel.jpg e non img-234234.jpg!

Rinominando correttamente le immagini aiuterai Google a capire il contenuto delle stesse e ne permetterai l’indicizzazione in Google immagini.

Infine, evita di inserire solo una o due foto per le camere e la struttura. Cerca di inserire più foto possibili, magari anche da più prospettive e angolazioni. In questo modo gli utenti potranno farsi un idea accurata prima di arrivare in struttura, inoltre cosi facendo, aumenterà il tempo di permanenza sulla pagina.

Link interni

Nei testi del sito e delle pagine assicurati che siano presenti dei link interni alle pagine che reputi più importanti. Questi infatti contribuiscono a diffondere l’autorevolezza fra le varie pagine. Più link interni riceverà una pagina, più sarà autorevole agli occhi di Google in termini di posizionamento.

Ovviamente i link non devono essere inseriti a casaccio o in modo esagerato, ma sempre rispettando il contesto della frase e della pagina, possibilmente sempre a risorse attinenti o di approfondimento.

Metà (title e Description)

Assicurati che tutti i meta title e Description delle pagine e del blog siano presenti e unici, quindi assolutamente